Berlino

Berlino

BerlinoAbbiamo scelto di raccontarvi una Berlino un pò diversa da quella presentata nelle classiche guide. Berlino, come e più di tante città di fama internazionale, deve il suo presente a un passato recente e ancora fresco piuttosto tormentato. Ha toccato il più profondo buio che può raggiungere l' animo umano e oggi cerca una rinascita volta al riscatto e tendente ai più alti livelli di espressione artistica e culturale che solo la libertà ritrovata, la serenità d' animo e il perdono degli altri può regale.

Berlino, teatro di molte vicende del secolo passato, ha negli ultimi vent’anni, visto esplodere completamente il suo stile di vita.

La popolazione aumentata sta di nuovo cambiando il volto di questa città mai uguale a se stessa.

La storia di Berlino ha avuto un’enorme influenza sul territorio e su di chi ne compone la vera anima, i suoi abitanti, che determinano il carattere creativo e unico di questa città.

Le persone che hanno vissuto la divisione, che per 40 anni ha costretto questa città a diventare suo malgrado l' emblema della divisione dell' uomo, ha anche reso Berlino il simbolo della libertà individuale e collettiva.

La ricostruzione del dopoguerra finanziata in gran parte dagli alleati, lascia dopo la costruzione del muro le zone limitrofe a FriedrichstraBe in posizioni periferiche rispetto al centro di Berlino Ovest.

 Berlino

giardino nelle vicinanze di Kochstrasse- chekpoint tra il settore americano e sovietico

I prezzi bassi delle case di questa parte di Berlino favoriscono l’immigrazione in massa di giovani studenti e classi sociali poco abbienti.

Quello che nasceva come quartiere abbandonato diviene un calderone artistico e sociale.

Negli anni successivi alla costruzione del muro, un grande flusso di immigrazione turca colonizza il quartiere e tutt'oggi la presenza della comunità turca rimane visibile in ogni angolo della città.

Kreuzberg  quartiere simbolo della ribellione punk e focolare di creatività diventa simbolo della ribellione sociale e dell’attivismo.

in giro per BerlinoNella zona di Mehringdamm fermata della U-bahn 7 si trova la BergmannstraBe, oggi strada piena di ristoranti e bar, dove in una calda giornata di sole è piacevole fare una passeggiata per prendere un caffé o mangiare in uno dei tanti ristoranti che affollano la via.

Ogni anno in questa  via si celebra la BergmannstraBenfest che dal 1994 propone giornate all’insegna del jazz.

Quest’anno 50 band si alternano su 3 diversi palchi.

La musica si mischierà con tutti gli abitanti, una festa a ritmo di musica di passionale vitalità conquisterà tutte le età.

ristorante a Berlino

Il festival si svolge dal 28 Giugno al 30 Giugno, 2013, qui la locandina dell’edizione passata.

C’è anche la  possibilità per chi  desidera di partecipare alla manifestazione basta presentare la domanda di ammissione al festival.  

                                                                       (ristorante lungo la Bergmannstrasse)                                                                      

Vogliamo regalarvi una guida di Berlino un pò insolita e tendente a mostrare le novità e le particolarità di questa città in continua trasformazione.
Parleremo di mode e nuove tendenze, di luoghi poco conosciuti ma dal fascino particolare, di personaggi e artisti di nuova generazione, di modi di vivere e di possibilità di trasferirsi, trovare lavoro e vivere a Berlino. La guida di Berlino che abbiamo immaginato deve essere utile per tutti coloro che si apprestano a vivere la città da turisti o che desiderano cambiare area e conoscere le possibilità che Berlino può regalare anche a noi Italiani. La guida di Berlino vive e cresce grazie alle esperienze di ragazzi e ragazze che hanno creduto nella città tedesca e seppur con le normali difficoltà iniziali si stanno affermando e ritagliando i giusti spazi per  una vita futura piena di soddisfazioni personali e professionali. E' un pò come è successo per le altre nostre guide di Londra e di Parigi e ancora Londra con il webmagazine Londonita.com Piano piano stanno diventando un importante aiuto per chi programma una vacanza o per chi stà decidendo di trasferirsi all' estero.

Tempelhof a Berlino.

Continuando sulla BergamnnstraBe incrociamo la Mehringdam, strada che presa in salita ci porta fino a Platz der Luftbrucke.

 

Tempelhof


Su questa piazza troviamo l aeroporto cittadino oggi non più in uso di Tempelhof.

Gli edifici sono oggi usati in diverse occasioni per eventi ed esposizioni .

Il nome dell’aeroporto deriva dai cavalieri Templari che vi si accamparono quando la pianura era ancora una piazza d armi nel XIII secolo.

L’aeroporto si trova all’interno della città nel quartiere di Tempelhof-Schoeneberg.

Originariamente luogo per le parati militari viene ufficialmente aperto nel 1923 e, nel  1926 viene fondata la compagnia di bandiera Lufthansa.

Diventa il grande aeroporto del Nazismo e l’architetto Albert Speer ricostruisce il vecchio edificio ammodernandolo seguendo i canoni nazisti.

L’aeroporto  chiuso dal 2008 è diventato un enorme parco cittadino.

Nell’anno 1961 l’aeroporto fu protagonista di un massiccio ponte aereo che coinvolse più di 278.228 voli.

Il blocco sovietico chiuse i rifornimenti via terra tra la Germania dell’Ovest e Berlino Ovestcosicchè le potenze alleate optaronoper un intervento aereo che per più di un anno rifornì con voli giornalieri Berlino Ovest.

Ogni tipo di genere fu inviato dagli aerei, dal latte fino al carbone per i riscaldamenti.

Tanti furono anche gli incidenti che coinvolsero chi pilotava gli aerei.

Sempre più spesso organizzazioni cittadine prendono in gestione spazi pubblici abbandonati per covertirli in luoghi per la comunità.

L’organizzazione Allmende Kontor ne è un esempio,  gestisce una parte di verde del  parco.  lavora la terra e rende a chi ne fa richiesta un spazio per lavorare la terra.

La bellezza di Berlino è nei suoi particolari.

Vedere come i Berlinesi hanno imparato a riappropriarsi degli spazi in disuso è uno spunto per la comprensione di come lo spazio debba essere ripreso dai cittadini per convertirlo in risorsa utile e fruibile  per la comunità.

 

Victoria Park, uno dei Parchi di Berlino

Proseguendo la BergmannstraBe dopo l’incrocio con la Mehringdamm, ci troviamo lungo la KreuzbergstraBe.

Dopo il ristorante italiano Osteria n.1 troviamo alla nostra sinistra il ictoriapark. 

 

Victoria Park a Berlino

(monumento dello scultore Hernst Herter- Il raro bottino-)

 

Bellissimo parco di Berlino in estate frequentatissimo dai berlinesi.

E’ piacevole riposare sulla grande spianata affollata come sempre di persone in estate.

Molti piccoli sentieri attraversano il parco.

3 bar nel parco offrono pasti caldi e birre fresche a chi lo desidera.

Se passate una serata nel parco, il Golgata un locale sito  all’interno offre piacevoli serate sotto le stelle.

Nel punto più alto del parco vi è un monumento dedicato alle vittorie sull’imperatore Napoleone, che negli anni dal 1812 al 1814 contrappose l’impero Napoleonico contro gli imperatore della Prussia, Russia, Inghilterra, Portogallo, Spagna e Austria.

Il monumento ha alla sua sommità una croce di ferro,proprio da questa croce il nome del quartiere Kreuzberg ( Montagna della croce).

Il monumento progettato dall’architetto Karl Friedrich Schinkel, su commissione di Federcio Guglielmo III di Prussia, ha negli anni subito dei cambiamenti di posizione, dettati  dalle mutazioni che assunse attorno il quartiere di Tempelhof.

Il parco è dedicato alla regina Victoria principessa di Inghilterra e sposa del re Federico Guglielo III.

Dalla collina scende una cascata artificiale che nei mesi estivi viene azionata.

La cascata da l’idea a chi si addentra nel parco di percorrere un sentiero montano . La vegetazione molto viva porta un grande sollievo e senso di pace.

La cascata precipita fino ad arrivare in un  laghetto dove la statua dell’uomo abbracciante una sirena dona la propria tensione sulla KreuzbergstraBe all’incrocio con GroBberenstrasse.

Seguendo il sentiero lungo la cascata si arriva sul punto piu alto del parco e da qui si può vedere una bel panorama della città.

La collina una volta chiamata Tempelhofer Berg prese il nome di Kreuzberg nel 1920 con la legge che estendeva i confini della città.

Confinante a sud con il quartiere di Tempelhof a nord con quello di Mitte e ad Ovest con quello di Schoeneberg è parte del distretto di Kreuzberg Friedrichschain.